QUALE FUTURO PER IL SERVIZIO “PRONTOBUS”?

Il servizio Prontobus, come ho avuto modo di ricordare, è stato attivato nel 2011 ed è nato dall’esigenza di garantire a livello dei comuni di terred’acqua un servizio di trasporto pubblico locale oltre alle linee fisse già garantite. Le corse a prenotazione vengono effettuate soltanto in presenza di preventiva prenotazione telefonica o via internet tramite l’apposita applicazione web. Mi preme inoltre ricordare che le percorrenze complessive preventivate del servizio a chiamata “Prontobus terred’acqua” e delle percorrenze fisse calcolate su base annua sono pari a 431.100 Km/anno. Ebbene, in riferimento all’articolo uscito su “Il Resto del Carlino di Bologna” il 19 ottobre scorso riguardante il servizio Prontobus Lei, Sig. Sindaco, afferma: “Mi preme precisare che quanto affermato dal consigliere comunale del PD non corrisponde al vero. In particolare non capisco dove sia stata presa l’informazione circa la nostra volontà di ridurre o togliere le corse a uso scolastico; cosa che smentisco categoricamente. Non l’abbiamo mai pensato, né abbiamo preso provvedimenti in merito: le corse scolastiche rimarranno intatte e a servizio degli studenti” Innanzitutto, caro Sindaco, nel mio intervento pubblicato su “Il Resto del Carlino di Bologna” il giorno prima, al quale Lei ha replicato, ho parlato di “intenzioni dell’attuale amministrazione” e non di decisioni già avvenute. Sono convinto che una seria attività consiliare debba intervenire non solamente a giochi compiuti, ma ogni qualvolta ritenga che la maggioranza stia per prendere provvedimenti non nell’interesse della collettività. Inoltre si dia il caso che fortunatamente il consigliere oggetto della sua replica, ovvero il sottoscritto, sia ancora in grado di leggere. In data 04 settembre 2017 viene inviata una comunicazione da parte di questo...