SCUOLA – FORMAZIONE – LAVORO

SCUOLA – FORMAZIONE – LAVORO

SCUOLA

Fra i punti d’eccellenza del nostro territorio c’è decisamente la scuola. Grazie alla collaborazione costante e proficua fra istituzione scolastica e Comune e all’attenzione di quest’ultimo ai bisogni della scuola, intesa in senso lato, andando anche oltre le richieste delle normative a livello nazionale e regionale. Dal 2009 ad oggi  si sono infatti effettuati interventi sulle scuole per un investimento di 17 milioni 554mila euro. Due le recenti inaugurazioni di edifici storici di scuole primarie del territorio: le Garagnani a Le Budrie, a dicembre 2014, e le Quaquarelli, a settembre 2015. Nel primo caso si è trattato di lavori per oltre un milione di euro con interventi quelli strutturali (fondazioni, rinforzo pareti, solai e copertura), architettonici (modifiche funzionali agli ambienti, compartimentazioni, finiture, opere esterne e complementari) e il rifacimento degli impianti elettrici e meccanici speciali. Per le scuole Quaquarelli, un edificio dei primi anni del Novecento, l’importo dei lavori di restauro con risanamento conservativo e miglioramento sismico è stato pari a 5 milioni e 300 mila euro. Si è trattato di un intervento che andava decisamente oltre quanto richiesto dalla Regione per rimediare ai danni del terremoto.

Ma oltre al “contenitore” l’attenzione è sempre stata rivolta anche all’offerta formativa sempre al passo coi tempi. Le scuole di Persiceto, infatti, sono totalmente digitali con una dotazione di 94 lavagne multimediali (LIM) su altrettante classi. Da settembre grazie all’approvazione del progetto scuol@40017, promosso dal comitato “Tvb Quaquarelli”.

Questi gli obiettivi in tema di istruzione:

  • Azzerare le liste d’attesa alle scuole d’infanzia statali, proseguendo con il completamento della nuova struttura presso il plesso Romagnoli (due nuove sezioni di scuola dell’infanzia);
  • Mantenimento degli alti standard di qualità nei servizi comunali (nidi d’infanzia, mensa, anticipo e prolungamento d’orario, centri estivi, trasporto scolastico);
  • Attivazione di percorsi partecipativi nel controllo e proposta dei servizi educativi e scolastici;
  • Restituzione della flessibilità ai servizi educativi comunali per liberare tempo alle famiglie, per la conciliazione dei nuovi tempi di vita e dei nuovi tempi di lavoro, anche, ma non solo, delle donne;
  • Fornire ad ogni aula una lavagna interattiva, e ad ogni alunno un tablet. Candidiamo Persiceto a città d’avanguardia nazionale nell’uso delle tecnologie a servizio della formazione e dell’apprendimento;
  • Costruire una palestra in legno per la scuola Quaquarelli;
  • Proseguire il lavoro di miglioramento del sistema scolastico integrato con le varie realtà scolastiche, anche paritarie, presenti sul nostro territorio;
  • Proseguire nell’investimento grande e importante per l’integrazione e il diritto allo studio degli alunni e degli studenti con disabilità;
  • Rendere la ludoteca un luogo diversificato per: giocare, studiare e stare insieme;
  • Collaborare con le scuole per arricchire i programmi con educazione civica e ambientale, sull’alimentazione e i sani stili di vita: Pedibus, risparmio energetico, ma anche educazione stradale e rispetto delle regole;
  • Collaborare con le scuole per arricchire i programmi su: legalità, memoria, e anche sull’Europa e sulle nostre tradizioni;
  • Non abbassare la guardia sugli edifici scolastici: manutenzione e miglioramento, anche con la collaborazione dei genitori e dei volontari civici;
  • Collaborare con le scuole per una nuova didattica più partecipata, orizzontale e democratica;
  • Scrivere insieme un “Patto civico per la comunità educante” (che faccia lavorare assieme studenti, genitori, docenti ma anche allenatori sportivi, catechisti, professionisti della sanità, pedagogisti, eccetera) per contrastare bullismo, emarginazione, disagio e dispersione scolastica, e per promuovere progetti integrati e coordinati;
  • continuare e implementare i progetti e le sinergie già attive fra Comune l’ISIS “Archimede”.

 FORMAZIONE

  • Continuare il sostegno all’orientamento scolastico attraverso i piani di zona;
  • Strutturare maggiormente la rete di scambio tra la scuola e le agenzie per il lavoro;
  • Implementare lo sportello di accompagnamento al lavoro;
  • FUTURA: un centro di formazione professionale importantissimo per i nostri giovani e per chi cerca o ha perso il lavoro che dovrà sempre più intercettare i bisogni formativi del comparto della meccanica di precisione del territorio (Lamborghini, Ducati, PhilpMorris, ad esempio), crediamo dovrà sempre più diventare Centro per l’impiego.

LAVORO

Nel nostro distretto di Tda ci sono circa 2000 persone in condizioni di non lavoro e altre in condizione di precarietà estrema (attraverso ad esempio l’utilizzo dei voucher).

Sarà quindi opportuno un confronto sempre più serrato fra imprese, associazioni e mondo sindacale.

L’Amministrazione Comunale si impegna a:

  • potenziare l’attività degli sportelli per l’accompagnamento al lavoro attraverso la promozione del lavoro presso le cooperative sociali con il coinvolgimento delle imprese del territorio;
  • azioni di orientamento all’inserimento e ricollocazione nel mondo del lavoro favorendo l’incontro della domanda/offerta attraverso tirocini formativi;
  • sostegno alla nuova imprenditoria attraverso sgravi fiscali;
  • procedere con il costante aggiornamento della mappatura delle nostre imprese per comprendere al meglio il nostro tessuto produttivo locale e adottare le politiche conseguenti;
  • realizzare un Centro per il lavoro a Persiceto che metta in relazione forte e stabile il mondo della formazione e le realtà aziendali e imprenditoriali della nostra città, in un rapporto costante di reciproco scambio e responsabilita’ sociale.

 

Share This