Saluto di fine anno e auguri di un sereno e felice 2015!

Cari amici, sento il bisogno di scrivervi queste poche righe perché è con ognuno di voi, nessuno escluso, che vorrei parlare. La fine di un anno solare non è la chiusura di una parentesi, ma un capitolo di un unico testo chiamato vita. La tradizione tuttavia vuole che, proprio allo scadere dell’anno, si faccia un proprio bilancio personale, ed è per questo motivo che ho sentito la necessità di rivolgermi a voi. La crisi economica degli ultimi anni ha segnato il percorso di ognuno di noi, sul piano lavorativo e personale e ci ha permesso di toccare con mano l’incertezza e la precarietà, togliendoci l’opportunità di determinare in modo libero le nostre scelte. Non dimentico lo sconforto di chi ha perso il lavoro e la rassegnazione di tutti quei ragazzi, giovani come me, che invano lo stanno ancora cercando. Fin dai primi passi il mio impegno politico è stato guidato dalla passione e dall’entusiasmo; segnato dalla vicinanza che mi lega a tutti voi, ed  per questo che mi preoccupa sempre più la crescente sfiducia verso le istituzioni. Siamo giunti alla fine del 2014 non senza difficoltà e problemi, ma sono qui a testimoniare come le istituzioni siano presenti e concretamente attive per arginare, per quanto possibile nella nostra piccola realtà locale, le conseguenze di questa crisi ormai settennale. È per me doveroso riconoscere che il consiglio da me rappresentato sta operando, pur nella sua diversità, con unità di intenti: uscire da questa crisi più forti di quando ci siamo entrati. Ci tengo quindi a ringraziare tutte le forze politiche per la capacità di ascolto e confronto serio e sereno...