PER UN FUTURO MIGLIORE, TUTELIAMO LA NOSTRA TERRA

IL GOVERNO Grazie al “decreto Rilancio”, il Governo ha reso possibile ottenere un bonus mobilità e incentivi per l’acquisto di bici e mezzi della micromobilità elettrica, pari al 60% del valore di acquisto per un massimo di 500 euro. Questo contributo riguarda gli acquisti effettuati a partire dal 4 maggio e fino al 31 dicembre 2020. Potranno beneficiarne i residenti maggiorenni delle città con almeno 50.000 abitanti (in particolare nei capoluoghi di Regione, nelle Città metropolitane e nei capoluoghi di Provincia). LA REGIONE EMILIA-ROMAGNA La Regione ha stanziato oltre 3 milioni di euro per sostenere l’uso della bici, ampliando la platea dei beneficiari dei bonus statali attraverso rimborsi acquisto (60%), piste dedicate, incentivi chilometrici casa-lavoro (50 euro/mese), bonus abbonati ferroviari per acquisto pieghevoli (fino a 300 euro). L’Emilia-Romagna si prepara alla fase 3 mettendo a disposizione, per i 30 comuni firmatari del Piano aria integrato regionale (Pair), 3,3 milioni di euro di risorse regionali per incentivare, con interventi strutturali, l’uso della bicicletta nelle città e allargare – fino ai Comuni con meno di 50mila abitanti – la platea dei beneficiari di contributi statali per le due ruote, indicati nel Decreto Rilancio del Governo. Ecco di cosa si tratta. Finanziamenti fino al 70% per interventi strutturali per realizzare corsie riservate al trasporto pubblico locale e per realizzare piste ciclabili, installare rastrelliere ed evitare furti durante la sosta e altre misure per rendere agevole muoversi sulle due ruote in città. E poi rimborsi fino al 60% del costo sostenuto per l’acquisto di bici e altri veicoli elettrici per i cittadini dei Comuni firmatari del Pair esclusi dal ‘bonus statale’. E, ancora, incentivi chilometrici fino a un massimo di 50 euro al mese, ai lavoratori che scelgono le due ruote per andare in azienda....

LETTERA APERTA AI PERSICETANI

Care tutte e tutti, questo è il momento della consapevolezza e della responsabilità. I prossimi giorni saranno decisivi per la tenuta del nostro sistema sanitario ed impedire il realizzarsi di scenari difficili. Oggi più che mai, ogni nostra singola azione, ogni nostra singola scelta, fanno la differenza. Operatori socio-sanitari eccezionali, lavoratori e imprenditori occupati in prima linea nel mantenimento dei nostri servizi essenziali, sono l’anima del nostro Paese. Mi sento di scrivervi a cuore aperto, non perché io non abbia paura, ma per condividere con voi quella speranza che mi accompagna ogni mattina quando penso al nostro grande Paese ed alla nostra storia. Mi sento di scrivervi a cuore aperto, per rammentare a me e a noi tutti, che non siamo soli. Non so voi, ma la sera, quando guardo fuori dalla finestra, e vedo le luci accese dei miei vicini di casa, sento un malinconico silenzio e penso alla nostra città. Penso a quando ci rivedremo tutti in piazza del Popolo, o al parco delle piscine, o al nostro bar preferito, a ridere e scherzare e tutto riprenderà. Ora però sta a noi, diamoci una mano. Dobbiamo avere fiducia in chi crede che solamente insieme potremo superare questo momento di difficoltà. Le imposizioni governative, regionali e locali, sono nel nostro interesse. Solo ed esclusivamente nel nostro interesse. Facciamolo insieme un ultimo sforzo; restiamo in casa, proteggiamo noi, i nostri cari e aiutiamo quelle persone meravigliose che oggi sono in prima linea per garantire a noi la salute e un futuro al nostro Paese. Facciamolo, e ci abbracceremo presto. Facciamolo, e questa parentesi si chiuderà. Facciamolo, e presto torneremo...

SOSTEGNO A FAMIGLIE, IMPRESE E ASSOCIAZIONI

Piena disponibilità e collaborazione con l’Amministrazione comunale per la predisposizione di un piano di interventi a sostegno di #famiglie, #associazioni e #imprese duramente colpite in questo momento di difficoltà. ⬇️ Ecco alcune delle nostre proposte: FAMIGLIESostegno alle famiglie con figli che usufruiscono di servizi educativi o scolastici, penalizzate dalla sospensione per la seconda settimana di fila dell’attività.1️⃣ azzeramento della tariffa del Nido d’Infanzia per i giorni di servizio non fruito;2️⃣ azzeramento della retta per la refezione scolastica per tutte le scuole del territorio per i giorni di servizio non fruito: Infanzia, Primaria, Secondaria di primo grado;3️⃣ riprogrammazione, nel restante periodo scolastico, delle ore non effettuate del servizio di integrazione scolastica a sostegno dei bambini diversamente abili;4️⃣ organizzazione di una settimana gratuita di Centro Estivo dal 29 giugno al 3 luglio per i bambini del Nido d’Infanzia le cui famiglie non usufruiscono del bando regionale Conciliazione vita-lavoro” (che si riferisce solo a Infanzia, Primaria e Medie);5️⃣ erogazione di un contributo per la quota di partecipazione ad una settimana di Centro Estivo per gli alunni della scuole dell’Infanza e Primaria, che si aggiungerà al contributo regionale “Conciliazione vita-lavoro”. ASSOCIAZIONILe associazioni hanno in prima battuta cercato in tutte le maniere di fare fronte al problema ma, con la diffusione sempre maggiore del virus covid-19, hanno dovuto alzare drasticamente bandiera bianca.Questo ha portato sia ad una perdita dei servizi sportivi per i cittadini, sia ad una mancata entrata, essenziale per la sopravvivenza delle associazioni stesse.➡ Aiuti concreti, anche di carattere economico, a tutte le associazioni persicetane danneggiate. IMPRESE E COMMERCIOPurtroppo esiste il rischio di una recessione economica pesante.Abbiamo bisogno di rilanciare gli investimenti, tutelare i lavoratori, le imprese e le nostre produzioni. 1️⃣ stop ai pagamenti...

PRESIDIO DEI CARABINIERI A SAN MATTEO DELLA DECIMA

[LA SITUAZIONE PUÒ RIENTRARE SE L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE METTE IN CAMPO UNA SOLUZIONE INFRASTRUTTURALE] In riferimento all’accorpamento degli organici di Decima con quelli della stazione cc di Persiceto, ho ritenuto opportuno informare il nostro parlamentare di riferimento Francesco Critelli, eletto nel collegio di San Giovanni in Persiceto e sempre attento alle esigenze della nostra realtà, affinché venga tutelata la sicurezza della popolazione di San Matteo Della Decima.Grazie ad un tempestivo interessamento suo ed un coinvolgimento diretto del Ministro della Difesa Lorenzo Guerini, che ringrazio per la sensibilità e la cura riservata al nostro territorio, possiamo affermare che:A seguito del terremoto del 2012, causa stabile pericolante, la stazione cc di Crevalcore è stata ripiegata presso quella di San Matteo della Decima.Nel 2016, la stazione cc di Crevalcore può rientrare nel proprio Comune.In pratica, i 6 carabinieri di San Matteo della Decima, hanno continuato a lavorare dal 2012 per garantire la sicurezza dell’intera comunità, pur avendo la caserma nel capoluogo, mantenendo il presidio presso il Centro civico.Causa mancanza di un’adeguata infrastruttura e per evitare duplicazioni dei servizi interni, in occasione del Comitato Nazionale Ordine e Sicurezza Pubblica, è stato ufficializzato l’accorpamento degli organici di San Matteo con quelli della Stazione cc di San Giovanni.Il provvedimento amministrativo, tuttavia, avrà luogo solo tra qualche mese.Ne consegue che se si trovasse nel frattempo una nuova caserma, tale provvedimento potrebbe essere revocato.Chiediamo pertanto che l’amministrazione comunale si attivi fin da subito affinché si possa realizzare un’adeguata soluzione infrastrutturale così che si possa mantenere il presidio dei carabinieri a San Matteo della Decima.Da parte nostra tendiamo non una, ma entrambe le mani all’amministrazione comunale nella disponibilità di...

CONFERIMENTO DELLA CITTADINANZA ONORARIA A LILIANA SEGRE

IL CONSIGLIO COMUNALE Evidenziato che – il Comune di San Giovanni in Persiceto ha da tempo avviato un percorso di valorizzazione di personalità del mondo dell’arte, dello sport, della cultura e dell’impegno civile attraverso il conferimento della cittadinanza onoraria che attesti il legame naturale tra la cultura di un territorio e i suoi testimoni; – il Comune di San Giovanni in Persiceto è medaglia d’argento per la Resistenza Nel richiamare – alcune delle cittadinanze onorarie concesse dalle passate amministrazioni: nel 1992 Giorgio Celli; nel 2002 Enzo Biagi; nel 2003 Giovanni Catti; nel 2007 Mario Rigoni Stern; nel 2014 Gabriella Boilini; – la tradizione antifascista del Comune di San Giovanni in Persiceto, che da sempre ha combattuto per la difesa dei valori della libertà e dell’uguaglianza, come attestato anche dalle diverse attività messe in campo e dalla costante partecipazione attiva sul territorio di associazioni quali ANPI, AKKATA’, LIBERA, AMNESTY INTERNATIONAL etc; – lo Statuto comunale agli articoli: . 4 comma 1: “Il Comune opera per la pacifica convivenza tra i popoli, con riferimento ai principi per l’unificazione europea, convivenza basata sulla giustizia sociale ed economica e sul reciproco rispetto culturale e religioso”; . 5 comma 1: “Il Comune fonda la propria azione sui principi di libertà, di eguaglianza, di solidarietà e di giustizia indicati dalla Costituzione e concorre a rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che ne limitano la realizzazione”; Considerato che  – la senatrice a vita Liliana Segre, come primo atto legislativo, propone l’istituzione di una Commissione parlamentare di indirizzo e controllo sui fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza; – il 30...