LA DEMOCRAZIA SOTTO ATTACCO

Le immagini che abbiamo visto riguardanti la giornata di ieri a Washington ci impongono una riflessione che va ben oltre i confini americani. L’assalto al Campidoglio, sede della Camera e del Senato, proprio nel momento più solenne delle istituzioni stesse ovvero la presa d’atto del risultato elettorale che porta alla nomina del Presidente, ha inevitabilmente fatto traballare ciò che di più caro abbiamo. Ieri abbiamo toccato con mano il potere folle del sovranismo: la disgregazione delle regole democratiche e il ricorso all’odio e alla violenza per affermare la legge del più forte a discapito di tutti. La democrazia e la sua tutela devono appartenere indistintamente ad ogni schieramento politico: minare il principio stesso su cui si è basata la nostra convivenza civile è l’inizio del fallimento e del declino della nostra società. I nostri nonni ci hanno sempre avvertito della fragilità di tale conquista e quanto questa vada difesa giorno dopo giorno. Ebbene ieri abbiamo potuto limpidamente vedere tale fragilità. Ecco perché, dalle istituzioni più alte ai rappresentanti locali a tutti noi, il compito più importante: coltivare giorno dopo giorno la memoria e lavorare con impegno e determinazione affinché ognuno di noi possa continuare a vivere e sentirsi democraticamente...

AFRICANETTO: PATRIMONIO DELL’UMANITA’

RicoRdo ancora con emozione quando nel 2015, durante l’Expo di Milano, presentammo al Ministro dell’agricoltura Maurizio Martina, il progetto “Africanetti&Co” portato avanti dai docenti e ragazzi dell’Istituto scolastico “Archimede”. Il progetto puntava proprio alla valorizzazione delle peculiarità culinarie tipiche della nostra tradizione gastronomica. Sono passati 5 anni dall’inizio di questa avventura e ogni passo avanti verso la ribalta del nostro piccolo tesoro locale è motivo di orgoglio per tutti i persicetani. Facciamoci sedurre dal gusto unico e inconfondibile di questo meraviglioso lingottino a base di zucchero e uova....

COMPETENZA E PASSIONE: FURLANI SI CANDIDA A PRESIDENTE REGIONALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA BOCCE

Francesco Furlani, classe 1989 e residente a San Giovanni in Persiceto (BO), avanza la propria candidatura alla Presidenza del Comitato Ragionale FIB Emilia Romagna per il quadriennio olimpico 2021-2024. La notizia è fresca, ma al contempo tra i Presidenti di società dell’Emilia-Romagna appare già diffusa e scontata. D’altronde non c’è da meravigliarsi: non ci sono molte persone come Francesco che garantiscono allo stesso tempo una provata esperienza, come atleta e dirigente, ed una reale passione per questa disciplina sportiva. Passione trasmessa a Francesco dal nonno, che è stato tra i fondatori dell’attuale Palabocce di S. Giovanni in Persiceto, di cui oggi il nipote ricopre la carica di Vice Presidente. Certamente è stata la passione per questa disciplina sportiva che ha portato Francesco in pochi anni in categoria A e che gli ha permesso di conquistare ben tre titoli italiani (juniores nel 2007 e a squadre nel 2008 e nel 2019). Competenza nei campi da gioco, ma anche esperienza a livello di organizzazione, amministrazione e gestione, come ben testimoniano la carica di Consigliere Regionale FIB Emilia Romagna che ha ricoperto per 7 anni e soprattutto il ruolo di sub commissario regionale che attualmente veste in un momento difficile come questo, dovuto alla diffusione del covid-19. Francesco ha una idea molto chiara per il ruolo di Presidente: “la mia candidatura nasce dalla consapevolezza che, certo da soli si va più veloce, ma insieme si va più lontano. Ecco perché ho cercato di proporre alla guida della nostra Regione una squadra che rappresenti il giusto compromesso tra esperienza e novità. Una squadra mossa dalla volontà di creare un dialogo stretto e una...

DISCORSO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE

CONSIGLIO COMUNALE Martedì 26 gennaio – 18.30 Sala del Consiglio comunale Discorso del Presidente del Consiglio   Spettabili colleghe e colleghi, care concittadine e cari concittadini, mi è stato affidato il compito, in un momento così serio e delicato, di chiudere con questo mio intervento l’esperienza di questo consiglio. Ci troviamo ad affrontare una conclusione anticipata dei lavori rispetto alla scadenza naturale del mandato, dovuta alla decisione del Sindaco di comunicare ed in seguito confermare le proprie dimissioni. Dimissioni dovute ad una situazione famigliare per la quale esprimo a titolo personale, dell’intero consiglio e di tutta la comunità persicetana, la più sentita vicinanza. Dimissioni che evidenziano senso di responsabilità e, permettetemi di dirlo, amore per il proprio territorio. Rivolgo quindi un sentito grazie al nostro sindaco per aver tutelato, ancora una volta, l’interesse comune. Tuttavia intendo, come si è solito fare a conclusione di un’attività, rendere omaggio al lavoro fin qui svolto da questo consiglio. In diciotto mesi si sono svolte 27 sedute del consiglio comunale per un totale di circa 76 ore; le commissioni sono state così riunite: undici sedute la 1° Commissione, diciotto sedute la 2° Commissione, quattordici sedute la 3° Commissione, sei sedute la 4° Commissione, nove sedute la 5° Commissione, quattro sedute di Commissioni congiunte. Quest’aula, oltre alle numerose partite di delibera affrontate, ha discusso: una risoluzione e diciotto mozioni, ha approvato o modificato tredici regolamenti, ha approvato, modificato o prorogato diciassette convenzioni, così come ha approvato, prorogato o modificato cinque protocolli d’intesa. Si intuisce quindi  quanto importante è l’eredità che lasciamo al prossimo consiglio sia in riferimento ai risultati raggiunti sia in termini di...